Mercoledì 18 Dicembre ultimo pranzo 2013

Non potevamo non lasciare un segno dopo tutti questi mesi e prima della chiusura “natalizia”…
Ci vediamo il nuovo anno!

Quello che ci siamo ripresi, è solo una piccola parte di ciò che ci spetta!!

Categorie: Notizie


Pranzo all’Ex Mensa di Chimica spostato a Mercoledì 18

1395225_244991628985922_1054086855_nMartedì 17 il pranzo all’ex mensa di chimica di monte sant’angelo slitta a mercoledì 18 dicembre.
abbiamo infatti, come studenti federico II, valutato di partecipare al corteo che si terrà martedì 17, partenza ore 10:00 Piazza del Gesù.
condividiamo infatti le parole d’ordine di chiamata del corteo e riteniamo importante partecipare a questi momenti di piazza, per esprimere, collettivamente e con altre realtà campane, le contraddizioni e le problematiche che quotidianamente ci colpiscono e viviamo.

di seguito il comunicato di chiamata del corteo

- Contro le politiche di austerità del governo e dell’unione europea
- Contro la selezione di classe del mondo della scuola
- Per una scuola e un’edilizia di qualità
- Per il trasporto pubblico e gratuito per tutti
- Contro gli stages non retribuiti
- Contro precariato, licenziamenti, cassintegrazioni, lavoro nero e sfruttamento
- Per il reintegro a salario pieno di tutti i cassaintegrati e i licenziati politici
- Contro la speculazione ambientale e per le bonifiche sotto controllo popolare
- Per il lavoro stabile e sicuro o salario garantito per i disoccupati e per l’integrazione dei disoccupati nel ciclo delle bonifiche
- Contro ogni forma di repressione
- Per la costruzione di un percorso unitario di lotta tra operai, studenti, disoccupati e precari

SCUOLA , AMBIENTE E LAVORO: LA LOTTA E’ UNA SOLA! UNITI SI VINCE!

Da numerosi anni subiamo costantemente attacchi frontali da parte dell’intero apparato politico-istituzionale: le istituzioni locali, i governi di destra, sinistra e grandi intese che si sono susseguiti non fanno altro che condurre una politica di austerità che colpisce in maniera violenta gli studenti, i lavoratori, i disoccupati e tutta la fascia più debole della popolazione, su cui già gravano i pesanti effetti della crisi.
Licenziamenti, cassaintegrazioni, espulsioni politiche dai luoghi di lavoro, emergenza abitativa, smantellamento del diritto al trasporto pubblico e alla sanità, distruzione della scuola pubblica, caro libri, sfruttamento, lavoro nero: gli effetti della crisi colpiscono esclusivamente le classi meno abbienti, mantenendo intatti i privilegi dei padroni.
Anche la solita farsa rappresentata dal centro-sinistra, sta svelando la sua vera faccia negli ultimi mesi. Il PD, che per anni si è dichiarato garante dei diritti democratici, è oggi a capo di un governo che ha chiuso ancor di più ogni margine di trattativa verso qualunque tipo di rivendicazione. Sono ampiamente note le azioni repressive di cui il PD, con i suoi esponenti, è direttamente responsabile: dalle cariche e i fermi durante il comizio elettorale di Bersani a Napoli, fino agli eventi di una settimana fa, con il fermo di più di 60 tra disoccupati e attivisti solidali del movimento napoletano durante l’occupazione della sede romana del partito, a seguito dell’ennesimo annullamento di un incontro con i disoccupati per la soluzione della vertenza Bros. L’elezione di Renzi è solo l’ultimo segnale di una politica concertativa che non esiste più, e che ha chiuso ogni margine di trattativa. Né il PD né il suo braccio sindacale, la CGIL, rappresentano minimamente gli interesse di tutti coloro che stanno subendo pesantemente lo scotto della crisi.

Sul versante scolastico questa situazione di devastazione assume contorni molto pesanti soprattutto nelle aree periferiche, dove gli studenti devono combattere ogni giorno con strutture fatiscenti, plessi scolastici in dismissione, carenza di aule e di servizi. La risposta data dalle istituzioni competenti consiste in accorpamenti, sfratti dai vecchi edifici, e nella totale chiusura di dialogo con gli studenti e le altre componenti del mondo della scuola. In questa situazione di enorme emergenza, la vicenda NATO, con l’abbandono dei militari delle aree del collegio Ciano, assume un’importanza centrale: uno spazio così vasto potrebbe soddisfare le esigenze di chi vive quotidianamente il territorio, offrendo nuove strutture. Gli interessi di enti privati sull’utilizzo di questi territori è risaputo, ma è importante rilanciare la lotta insieme a chi non è disposto ad accettare un’ulteriore forma di speculazione da parte di chi ha sempre speculato su questi territori.

Insieme alla questione NATO le mobilitazioni e le occupazioni delle ultime settimane hanno sottolineato con sempre maggior forza la denuncia contro questo stato di cose. Partendo dalle problematiche interne alle scuole, le rivendicazioni e le lotte degli studenti si sono saldate con quelle degli altri soggetti in lotta, in particolar modo sul settore ambientale. La devastazione che ha colpito la Campania, e di cui i media sembrano essersi accorti solo adesso, ha visto scendere in piazza comitati territoriali, gruppi politici, studenti e disoccupati insieme. Dalla zona flegrea al casertano, il movimento studentesco ha sempre sostenuto che proprio quello del non-lavoro è un tema centrale all’interno delle lotte ambientali, e sarà nuovamente in piazza per saldare le rivendicazioni per la bonifica e la riqualifica dei nostri territori, insieme a chi, da mesi lotta per un lavoro stabile e sicuro proprio nel campo ambientale.

Dopo le giornate di mobilitazione delle ultime settimane, che hanno visto migliaia tra studenti, lavoratori, disoccupati, riempire le piazze tra Napoli, Caserta e della zona flegrea, rilanciamo la mobilitazione per una nuova giornata di lotta, martedì 17 dicembre. Da queste settimane di pratiche e considerazioni comuni, rilanciamo la centralità di una saldatura sempre più forte tra tutti i soggetti maggiormente colpiti dalla crisi, per questo facciamo appello a tutte le realtà studentesche, politiche, di disoccupati e lavoratori in lotta, a partecipare attivamente a questo nuovo momento comune di piazza, per assediare ancora i palazzi del potere, e far sentire sempre più forte la nostra rabbia.

Coordinamento Studenti Flegrei
Movimento Studentesco Casertano
Coordinamento Studentesco Agro Aversano

Categorie: Eventi, Notizie, Volantini


SOLIDALI CON CHI LOTTA

Ancora una volta le politiche dell’università-azienda mostrano le conseguenze dell’affidamento dei servizi a ditte esterne, seguendo la logica dell’esternalizzazione di tali servizi a chi propone il prezzo più basso. Come già abbiamo visto durante la primavera scorsa con i fatti accaduti a causa del cambio di cantiere della ditta che gestiva la manuntenzione ordinaria della federico II, le politiche di gestione dell’università hanno portato al licenziamento e al peggioramento delle condizioni contrattuali degli operai che da anni lavoravano nel nostro ateneo.
Quest’autunno la stessa dinamica si sta verificando per i lavoratori che si occupano della sorveglianza e sicurezza: in questo caso l’azienda subentrante, non potendo ridurre il personale a causa di norme contrattuali vincolanti, ha presentato un nuovo contratto al ribasso che limita il numero di ore lavorative salariate. Questo tipo di politica ha poi conseguenze dirette sul mantenimento delle strutture dell’università, come possiamo riscontrare ogni giorno nella fatiscenza e scarsa disponibilità di materiali per la manutenzione oppure nei frequenti furti notturni ai danni delle strutture dei dipartimenti, che difficilmente possono essere imputatate ad una negligenza dei lavoratori, ma sicuramente alle precarie condizioni di lavoro e al ridotto organico.
Un altro elemento che abbiamo imparato ad identificare come costante in queste dinamiche, è il ruolo che assumono i sindacati: sempre pronti a calmierare le agitazioni dei lavoratori e a scendere a compromessi con i padroni di turno. Nel caso della lotta della scorsa primavera i sindacati si sono dimostrati ininfluenti nella rappresentanza delle “pretese” dei lavoratori, accettando alla fine condizioni lavorative al ribasso e decretando di fatto il licenziamento di chi non ha voluto sottostare alle logiche di sfruttamento della nuova azienda.
Per questo pensiamo che sia necessaria la solidarietà tra tutti i lavoratori e gli studenti, per ogni lotta necessaria al miglioramento delle condizioni lavorative e per la riappropriazione del diritto allo studio.

SOLIDARIETA A CHI LOTTA. NO ALL’UNIVERSITA-AZIENDA.
UNIVERSITA’ AGLI STUDENTI E AI LAVORATORI.

Clicca qui Volantino SOLIDALI CON CHI LOTTA

Categorie: Notizie, Volantini


Ciao, sono l’ADISU e mi rubo i libri

arl
Ciao,
sono l’A.D.I.S.U.
e mi rubo i libri

Dopo aver riaperto i locali dell’ex mensa di chimica,
sono stati trovati dagli studenti centinaia di libri
editi dall’adisu (o dall’allora edisu),
abbandonati fin da quando sono stati dismessi
gli uffici front-office per il “servizio di ristorazione”.

L’adisu negli anni è stata incaricati dai vari
professori della federico II della stampa di libri
e appunti di varie materie corsi, poi venduti
a costi “ridotti”. Continua la lettura…

Categorie: Notizie, Volantini


Cinque anni di Occupazioni…

5anni di occupazioni

Mercoledi 20 dalle ore 10:00
INAUGURAZIONE BIBLIOTECA AUTOGESTITA CON PRANZO SOCIALE
UN ANNO DI OCCUPAZIONE

Monte Sant’Angelo,
ex Mensa di Chimica

Giovedi 21 dalle ore 13:00
PRANZO STUDENTESCO
UN ANNO DI OCCUPAZIONE

Mensa Occupata,
Via Mezzocannone 14

Martedi 26 dalle ore 12:00
5° COMPLEANNO DELL’AULA C4
Monte Sant’Angelo,
ex Mensa di Chimica

MENSA

Ancora una volta, abbiamo riaperto l’ex Mensa di Chimica.
Ancora una volta, rivendichiamo il nostro diritto allo studio, a un’università che non abbia barriere economiche di sorta; questo inevitabilmente coinvolge anche il diritto a un pasto gratuito, accessibile a tutti gli studenti.
Paradossalmente il diritto allo studio dovrebbe esserci garantito da un’azienda, l’ADISU, che ci ha ben mostrato come intende farlo: chiusura delle mense, aumento dei costi, riduzione del numero di pasti convenzionati.
Come se non bastasse, la stessa ADISU ha annunciato il progetto di riutilizzare
l’edificio dell’ex mensa di chimica come aula studio multimediale, ufficio e archivio.

- Non vogliamo l’ennesima aula multimediale chiusa il giorno dopo la prima apertura!
- Non vogliamo buttare ancora i nostri soldi spesi in attrezzature di una mensa che non riaprirà!
- Non vogliamo continuare a pagare 3€ a pasto e fare a gara tra noi a causa del limitato numero dei pasti!
- Sappiamo bene che l’A.Di.S.U. dispone a Monte Sant’Angelo di numerose altre mense abbandonate, quindi non finga di reinteressarsi all’ex mensa di chimica solo per impedire che il progetto di mensa autogestita continui!
Abbiamo le idee chiare su cosa vogliamo e abbiamo imparato che l’unico metodo per ottenerlo è organizzarci insieme, lontanti da partiti, sindacati e associazioni di rappresentanti, unendo le nostre forze per riprenderci ciò che ci è stato tolto.
E’ per questo che la Mensa sarà riaperta con cadenza settimanale, ogni martedi, dalla mattina fino al pomeriggio.
Inoltre martedì 5 novembre saremo in Assemblea Pubblica, alle 13:00 all’ex mensa di chimica, per discutere dei progetti che si vogliono portare avanti in quell’edificio.
Partecipiamo numerosi e facciamo proposte!

PRANZO SOCIALE all’ex mensa di chimica OGNI MARTEDÌ dalle 12:30
(apertura alle 9:00 per pulire i locali)

BIBLIOTECA

Le biblioteche chiudono una dopo l’altra, riducono gli orari di apertura e vengono accorpate.
Quelle ancora aperte non consentono la consultazione dei testi ( o addirittura l’accesso alla sala!) a chi non è iscritto alla facoltà di appartenenza, oppure esigono una tessera personale per poter accedere, o addirittura non prevedono affatto il prestito.
La funzione delle biblioteche dovrebbe essere quella di fornire materiale didattico e di approfondimento (a studenti e non), in modo da garantire realmente ad ogni persona il diritto di accedere a tutti i livelli di istruzione e conoscenza!
*Imporre agli studenti di spendere centinaia di euro ogni anno per acquistare i libri dai quali studiare è una violazione del diritto allo studio!
*E’ una distinzione tra chi può permetterselo e chi no!

Dal progetto di riapproriazione del diritto allo studio, che ha portato gli studenti di monte sant’angelo a riprendersi la mensa di chimica autogestendola, è nata l’idea di costituire una biblioteca autogestita all’interno dei locali dell’edificio, in modo da riprenderci in maniera diretta parte di ciò che ci viene quotidianamente sottratto.
L’intenzione è quella di tenere aperti i locali il mercoledì (per il momento) oltre che il martedì (prima e dopo il pranzo autogestito), in modo da poterci studiare in tranquillità e poter accedere a tutti i testi disponibili, per consultazione e prestito.
Ma c’è ancora molto da fare, autorganizziamoci!
Porta i libri che puoi, originali o fotocopiati, didattici e non: in modo che tutti gli altri possano usufruirne liberamente!
Dai disponibilità in modo da poter tenere aperti i locali gli altri giorni della settimana!
Partecipa al lavoro di catalogazione dei libri della nuova biblioteca autogestita!
Rimettiamo in sesto i locali per renderli più vivibili!

MERCOLEDì 20 NOV dalle 10.00
INAUGURAZIONE della BIBLIOTECA AUTOGESTITA
con PRANZO SOCIALE
recupero dei libri abbandonati dall’A.Di.S.U.
intervento di presentazione del progetto Colibrì
all’ex mensa di chimica

OGNI MERCOLEDì dalle 9.00
AULA STUDIO E BIBLIOTECA AUTOGESTITA

all’ex mensa di chimica

CIò CHE CI SIAMO PRESI è SOLO UNA PICCOLA PARTE DI CIò CHE CI SPETTA!
NO ALL’UNIVERSITà AZIENDA, IL DIRITTO ALLO STUDIO NON HA PREZZO!

Categorie: Eventi, Notizie, Volantini


Riapertura Mensa e Assemblea pubblica

Martedi 5 novembre all’interno dell’ex mensa di chimica si è svolta, con la partecipazione di numerosi studenti, l’assemblea pubblica.
L’intervento introduttivo ha spiegato perchè ormai da un anno l’ex mensa di chimica viene riaperta dagli studenti almeno due volte al mese e perchè si è deciso che la riapertura ci sarà una volta alla settimana. Durante l’assemblea ci sono stati svariati interventi dai quali, data la condivisione delle problematiche di noi studenti legate alla negazione del diritto allo studio, e’ uscita la volonta’ di rendere vivo quel posto, con la necessità di avere una mensa autogestita e uno spazio da utilizzare come biblioteca autogestita-aula studio, oltre ad altre proposte da approfondire e sviluppare.

Si è deciso di organizzare una mailing-list per comunicazione, organizzazione e ulteriori proposte.

Il prossimo appuntamento è fissato per martedi 12 novembre alle ore 13:00 con un’altra assemblea pubblica, ma la riapertura della mensa avverrà già dalle ore 9:00, per le pulizie e la preparazione dei locali per il pranzo.

Categorie: Documenti, Notizie, Volantini


Riapertura settimanale Ex Mensa di chimica

a3-01-01

Riapertura settimanale

Ancora una volta, abbiamo riaperto l’ex Mensa di Chimica.
Ancora una volta, rivendichiamo il nostro diritto allo studio, a un’università che non abbia barriere economiche di sorta; questo inevitabilmente coinvolge anche il diritto a un pasto gratuito, accessibile a tutti gli studenti.
Paradossalmente il diritto allo studio dovrebbe esserci garantito da un’azienda, l’ADISU, che ci ha ben mostrato come intende farlo: chiusura delle mense, aumento dei costi, riduzione del numero di pasti convenzionati.
Come se non bastasse, la stessa ADISU ha annunciato il progetto di riutilizzare
l’edificio dell’ex mensa di chimica come aula studio multimediale, ufficio e archivio.

- Non vogliamo l’ennesima aula multimediale chiusa il giorno dopo la prima apertura!
- Non vogliamo buttare ancora i nostri soldi spesi in attrezzature di una mensa che non riaprirà!
- Non vogliamo continuare a pagare 3€ a pasto e fare a gara tra noi a causa del limitato numero dei pasti!
- Sappiamo bene che l’A.Di.S.U. dispone a Monte Sant’Angelo di numerose altre mense abbandonate, quindi non finga di reinteressarsi all’ex mensa di chimica solo per impedire che il progetto di mensa autogestita continui!
Abbiamo le idee chiare su cosa vogliamo e abbiamo imparato che l’unico metodo per ottenerlo è organizzarci insieme, lontanti da partiti, sindacati e associazioni di rappresentanti, unendo le nostre forze per riprenderci ciò che ci è stato tolto.
E’ per questo che la Mensa sarà riaperta con cadenza settimanale, ogni martedi, dalla mattina fino al pomeriggio.
Inoltre martedì 5 novembre saremo in Assemblea Pubblica, alle 13:00 all’ex mensa di chimica, per discutere dei progetti che si vogliono portare avanti in quell’edificio.
Partecipiamo numerosi e facciamo proposte!

PRANZO SOCIALE all’ex mensa di chimica OGNI MARTEDÌ dalle 12:30
(apertura alle 9:00 per pulire i locali)

ASSEMBLEA PUBBLICA DI MONTE SANT’ANGELO,
MARTEDÌ 5 NOVEMBRE alle 13:00 all’ex mensa di chimica

CIO’ CHE CI SIAMO PRESI E’ SOLO UNA PARTE DI CIO’ CHE CI SPETTA!
NO ALL’UNIVERSITA’ AZIENDA, IL DIRITTO ALLO STUDIO NON HA PREZZO

Categorie: Notizie, Volantini


Mercoledi 23 ottobre riapertura mensa di chimica

5_mensa

Mercoledi 23 Ottobre ci sarà una nuova riapertura dell’ex Mensa di chimica.

L’iniziativa di riapertura della mensa, è inserita in un percorso di riapproprazione di spazi ed è solo una minima parte di ciò che ci spetta,
IL DIRITTO ALLO STUDIO!
Garantire il DIRITTO ALLO STUDIO significa rendere l’Università realmente accessibile a tutti, eliminando barriere economico-sociali, garantendo mense, trasporti, alloggi per i fuori sede, biblioteche adeguate alle esigenze degli studenti.

La riapertura avverrà alle ore 9 per consentire di pulire, poi pranzare tutti insieme, vivere e riprenderci ciò che è nostro.
Dopo il pranzo ci sarà un momento assembleare, in cui ci sarà la possibilità di discutere anche dei recenti fatti del corteo del 19 ottobre.

Categorie: Eventi, Volantini


8 e 9 ottobre torna RADIO*Grafie !!!

Presentazione Radiografie

Torna RADIO*Grafie !!!

8 Ottobre presso Monte Sant’Angelo,
pranzo e riapertura dell’ex Mensa di Chimica alle ore 12:30

9 Ottobre pranzo Chiostro Lettere e Filosofia,
Via Porta di Massa alle 12:30

Cos’è Radio*grafie?
Radiografie è sia un giornale che una trasmissione radio, un progetto auto-organizzato che, attraverso le “cronache” universitarie, dà voce alle contraddizioni che gli studenti vivono quotidianamente.
Corsi, pause pranzo, esami, tirocini sono la routine che ci viene imposta; una palestra quotidiana, fatta di tempi serrati, corse dalle segreterie ai vari palazzi, ai posti di lavoro, ancora alle aule.
Eppure un po’ di tempo c’è per provare a non far passare sotto silenzio le batoste che l’università ogni giorno ci regala. Dalle più “semplici” come l’ennesima bocciatura allo stesso esame, alla pretesa, da parte di alcuni professori, dell’acquisto di libri di testo “originali”, per non parlare delle tasse, che per tutti noi, aumentano di anno in anno.
A noi la scelta: o continuare a far finta di niente o cominciare almeno a parlarne!

Questo progetto nasce dal confronto di studenti che portano avanti, all’interno delle varie facoltà della Federico II , percorsi di lotta e riappropriazione del sempre più smantellato diritto allo studio.
Vogliamo raccontare quello che viviamo nelle aule e nei corridoi delle nostre facoltà, mettere alla prova la capacità di critica che sempre più viene soffocata piuttosto che alimentata.

Radio*Grafie vuole dare l’opportunità a tutti gli studenti di farlo, in che modo?
Ogni settimana, all’interno delle aule occupate (aula C4 occupata a Monte Sant’Angelo – Spazio di Massa Reloaded a via Porta di Massa) ci incontriamo per confrontarci e strutturare il progetto. Non è un titolo o una laurea che fanno di noi quello che siamo ma le nostre esperienze, le nostre idee e la volontà di metterle a confronto.

“La critica non è una passione del cervello, bensì il cervello della passione. Essa non è un bisturi, bensì un’arma. Il suo oggetto è il suo nemico che essa non vuole confutare, ma distruggere.”
Karl Marx

Categorie: Eventi, Notizie, Volantini


Il progetto della BIBLIOTECA AUTOGESTITA prosegue e si arricchisce!

books
Le biblioteche dell’ateneo sono ormai in una condizione sempre più fatiscente, certamente lontana dalla funzione che dovrebbero avere, ovvero quella di garantire il diritto allo studio, l’accesso indiscriminato a libri e riviste.
Contro questo scempio, i progetti di Biblioteca Autogestita proseguono in Aula C4 Occupata a Monte Sant’Angelo e nello Spazio di Massa Reloaded a Lettere e Filosofia.

Grazie alla partecipazione di studenti (e non) che credono ad un accesso alla cultura e allo studio non vincolato da logiche di profitto e di gestione aziendalistica dell’università, la Biblioteca Autogestita della C4 Occupata è cresciuta e si è arricchita di nuovi testi.
Ad oggi i testi disponibili alla consultazione e al prestito sono oltre 250 e gli elenchi sono disponibili e aggiornati all’indirizzo www.c4occupata.org/bibliotecaautogestita

Ma c’è ancora molto da fare!
Attraverso la Biblioteca Autogestita chiunque, per studiare per un esame o semplicemente perché interessato, può consultare o prendere in prestito libri, riviste e documenti!
Quindi tutti gli appunti, slides, libri didattici, nonché tutti i testi estranei alla didattica che hai letto, dai quali hai studiato per un esame o semplicemente per cultura personale, originali o fotocopiati, sono utili alla Biblioteca Autogestita e a tutti gli studenti (e non) che hanno difficoltà a sostenere gli onerosissimi costi per acquistarli!

Contro l’università-azienda!
No Copyright!
Riappropriamoci del diritto allo studio!

Categorie: Notizie


« Pagina precedentePagina successiva »